100 vini bianchi

 
23 settembre 2010
19:30a22:30

Giovedì 23 settembre, dalle ore 19:30 alle ore 22:30, presso la veranda del ristorante “il Timo“, aperta sul terrazzo-piscina dello Sheraton Hotel, si terrà l’ormai consueto appuntamento che offre ai partecipanti la possibilità di degustare oltre 100 vini bianchi, tutti siciliani.

Agli ospiti saranno offerte, in varie “isole” disposte nella sala, fette di pane con condimenti vari ed un primo piatto preparato per l’occasione dallo chef Saverio Piazza.

Il contributo richiesto, tutto compreso, è di € 15,00 per i Soci Fisar e di € 20,00 per gli ospiti.

E’ richiesta la prenotazione che può essere effettuata telefonando al 3402586019, od utilizzando il modulo di prenotazione. Le adesioni devono pervenire entro mercoledì 22 settembre.

Ed ecco il resoconto dell’evento redatto dal nostro socio Antonio Iacona.

Un brindisi a…

100 vini bianchi tutti siciliani!!!

DSC06030 DSC06030 DSC06030 DSC06030 DSC06030

Questa volta, cari amici e soci della Fisar, l’evento a cui abbiamo brindato è stato il consueto appuntamento annuale con i “ 100 vini bianchi ” tutti targati “Sicilia”. Eh, già! Un grande, collettivo brindisi a una terra magica e alle sue migliori produzioni vitivinicole.

Ma procediamo con ordine, anche se è un po’ difficile appena svegli, dopo una piacevole serata come quella di ieri. Una vera festa, organizzata come sempre dalla nostra mitica Delegazione catanese, impeccabile, come sempre, nella squadra di Sommelier, in alta uniforme, capeggiati dal delegato Gaetano Prosperini , e dal segretario Carlo Guzzardi, con i colleghi Angelo Sapienza ed Evaristo Gallo. Su tutti aleggiava con la sua autorità indiscussa (ma sì, ammettiamolo, si porta dietro anche tanta simpatia!!!) la figura ottocentesca, romantica, risorgimentale del mitico presidente nazionale Fisar, Vittorio Cardaci Ama (i lettori sono pregati di fare la Olaaaaa ….)! Elegantissimo anche lui, il presidentissimo, intento a fare gli onori di casa in uno Sheraton ancora più elegante del solito: saranno state le centinaia di bottiglie allestite nei locali del ristorante “Il Timo”, con terrazza vista mare, una serata gradevolissima in fatto di clima e una piscina con una fontana nervosa con schizzi acrobatici che imitavano le onde del mare.

Al dunque, a Bacco. I quasi cento ospiti (tanti quanti i vini!!!) della Fisar etnea hanno così potuto scoprire alcune prestigiose etichette, molte Doc (Denominazione di origine controllata), numerose Igt (Indicazione geografica tipica), tutti suddivisi per famiglie: dagli “Etna” allo Zibibbo secco (degustato anche ad apertura di serata), dagli spumanti ai blended, dagli Inzolia e Insolia ai vini da dessert. L’eleganza delle bottiglie ha aperto le danze anche per un’ottima degustazione gastronomica, con la supervisione dello chef del “Timo”, il simpatico Saverio Piazza , che prima ci ha stuzzicato l’appetito con crostini di pane, olio e salse prelibate e poi ci ha proposto un delicato riso con peperoni, melanzane, origano… eccetera eccetera eccetera… Gli ingredienti ce li ha rivelati, dall’alto del suo cappellone da cuoco a cinque stelle, ma ammettiamolo: non ce li ricordiamo tutti: anche perché quei “Barone di Villagrande”, quei “Murgo”, quei “Cottanera”, quei… insomma, avete capito, scivolavano giù tra palato e gola con la piacevolissima sensazione di fare un tour magico nell’Isola più grande e più bella del Mediterraneo.

Così, tra un vino e l’altro, la conversazione è diventata morbida, rilassata, il ghiaccio si è sciolto tutto (forse finendo nei secchielli dei vini!!!) e alcuni di voi, amici, hanno voluto farsi qualche foto con i nostri sommelier: e dài, ammettiamolo: la divisa è proprio bella, quello smoking impeccabile, molto english e poi come lo indossano i catanesi mi sa che nessun altro (non ce ne vogliano quelli di Asciano, di Bolgheri, delle Langhe… ciao, colleghi!!!).

Bene, siccome per capire fino in fondo come sia piacevole una serata del genere come quella di ieri, in realtà bisogna viverla (perché neanche Andrea Camilleri, forse, riuscirebbe a descrivere tanta grazia tra i vigneti), la prossima volta, per chi non c’è stato, gli consigliamo di esserci. E poi, come poter rinunciare ai commenti spassosi del nostro presidentissimo, Cardaci Ama, che tra una battuta e l’altra ti fa comunque capire la differenza tra questo e quel vino, tra questa e quell’azienda e che il mondo dei bianchi, dei rossi, dei rosati è qualcosa di magico tutto da scoprire?! Qualcuno ieri sera è anche diventato socio Fisar e sarà in procinto di iniziare, il prossimo ottobre, i nostri corsi.

Quindi, una linguaccia simpatica a chi non c’era e un abbraccio a quanti si sono ritrovati allo Sheraton. Un saluto alla Antonella che ha curato anche ieri sera, tra i tanti vini a disposizione, l’accoglienza degli intervenuti, e a quanti si sono prodigati perché la manifestazione riuscisse al meglio. E infatti è riuscita. Alla prossima. E… prosit !!!

Antonio Iacona