100 vini rossi

 
28 gennaio 2011
20:30a22:30

Dopo la pausa natalizia, il giono 28 gennaio riprendono i consueti incontri del venerdì, aperti a tutti i soci ed agli amici della Delegazione FISAR di Catania, con il tradizionale incontro dedicato ai

100 vini rossi,

tutti siciliani.

La degustazione sarà condita ed accompagnata dagli “stuzzichini” preparati per i partecipanti da Saverio Piazza, chef del Ristorante Il Timo che ospiterà la serata.

La quota di partecipazione è fissata in € 20,00 per i soci, ed in € 25,00 per i loro ospiti.

Per motivi organizzativi è obbligatoria la prenotazione entro mercoledì 26 gennaio.

La prenotazione sarà valida solo dopo il versamento dell’intera quota di partecipazione (vedi modalità).

Ci vediamo quindi venerdì 28 gennaio dalle 20:30 alle 22:30 presso i locali del Ristorante Il Timo dello Sheraton Hotel, in via Antonello da Messina.

Per ulteriori informazioni telefonare al 3922374457.

Ed ecco il resoconto dell’evento redatto dal nostro socio Antonio Iacona.

Per cominciare bene l’anno …

100 vini rossi tutti siciliani!!!

Diciamoci la verità, un po’ di nostalgia gennaio se la porta dietro, con le decorazioni natalizie finite impallinate di naftalina nei cartoni, la slitta di Babbo Natale di rientro nella sua Lapponia e la Befana che ha sporcato il cielo di carbone. No, ragazzi, occorreva cominciare l’anno nel migliore dei modi, perché noi catanesi saremmo stati tristi fino a Pasqua. E la Fisar etnea lo ha fatto nel suo stile impeccabile, ha inaugurato il nuovo anno centrando due obiettivi in una sera: riavviando i Club del Venerdì e allestendo uno degli eventi più attesi, la degustazione aperta a soci, amici e simpatizzanti di 100 Vini Rossi tutti siciliani, che fa seguito idealmente a quella dei 100 Vini Bianchi di settembre, che ha invece aperto l’anno sociale. Un successo, quello, e un successo anche questo, a distanza di pochi mesi.

Così venerdì sera, 28 gennaio, nei locali del ristorante “Il Timo” allo Sheraton di Aci Castello, dalla naftalina e dal rientro delle renne al Polo si sono salvati la voglia di stare insieme, l’allegria e l’eleganza che contraddistinguono la Delegazione. No, l’immagine dell’elegante Carlo Guzzardi, segretario Fisar, con la sua espressione seria che mi ricordava la consegna dell’articolo… no, non era solo un’immagine mia di stamattina, all’alba, al mio risveglio, nel tentativo di riordinare le idee e di trovarne di nuove per raccontare la festa. Il nostro Carlo, tutto simpatia e bontà nascoste dietro una barba alla Ulisse, ieri sera c’era davvero, e faceva gli onori di casa con la nostra Antonella Carbone, responsabile di segreteria (no, ragazzi, non c’è bisogno che continuate a scappare dai flash, la macchina digitale è spenta, almeno fino alla prossima serata!); c’erano anche i consigliere Susy La Rosa e Angelo Sapienza; c’era il nostro delegato Gaetano Prosperini, che quello smoking lo indossa come uscito da un romanzo di Tolstoj: un personaggio giusto nel posto giusto. A proposito, complimenti al delegato perché ieri sera ha servito da bere, nel suo stile perfetto, anche ad alcuni ospiti di lingua inglese. Ragazzi, abbiamo stile da esportare! Of course!!!

Insomma, tutta la delegazione schierata per accogliere. E siete stati davvero in tantissimi, le cifre ufficiali parlano di oltre 120, più dei vini (sarà per questo che avete fatto sopravvivere davvero poche bottiglie alla festa?!). La mescita, il servizio, la conduzione tutta della degustazione si è avvalsa ancora una volta della squadra di sommelier al completo: Gaetano Prosperini, Angelo Sapienza, Giuseppe Milazzo, Samuele Luca, con una new entry, che si è difesa più che bene, la appena ventunenne Valeria Di Bella, che quando l’ho saputo, non ci volevo credere: al 1° livello?! Ma come?! Complimentoni! A proposito, grazie per avere difeso più volte i calici, andati realmente a ruba.

Ma alla serata mancava un tassello importante, quel capo che nei film arriva sempre a metà pellicola, ma poi scopri che magari è anche il regista: alla simpatica e gentile Sara quasi tutti avranno chiesto quando sarebbe arrivato Vittorio, e alla fine anche lui si è aggiunto alla comitiva: quel Cardaci Ama che è presidente nazionale Fisar e che ci vantiamo di avere. Per cui, non è rimasto che concentrarsi sulle tantissime degustazioni: le tante Doc, le Igt, le novità delle diverse famiglie di vigneti e delle aziende agricole dell’isola, dalle colline etnee ai campi del trapanese, dal ricco ragusano alle produzioni agrigentine, fino alle vere e proprie perle delle isolette minori, con i loro passiti e vini dolci e liquorosi.

Lo chef Saverio Piazza ancora una volta si è divertito a  giocare con i gusti del Mediterraneo, avendo centinaia di etichette con cui poter abbinare le minestre, i primi, gli arancinetti e i dolci. E l’applauso se l’è preso anche lui, sbirciando da dietro le quinte della sua cucina.

E adesso, finalmente, lo possiamo dire, anche per questo 2011…prosit!!! che il nuovo anno porti tante di queste feste, di questi brindisi e di questa allegria targata Fisar!

Antonio Iacona