Congresso nazionale FISAR

 
21 ottobre 2011 15:00a23 ottobre 2011 13:00

“L’ultimo appuntamento Fisariano in terra di Siena, risale al 1993, uno storico congressoI n quel di Chianciano Terme che rivoluzionò il modo di fare i congressi Fisar.”

Infatti è dal quel congresso che si instaurò il concorso del “Sommelier dell’anno” Fisar e ricordo come se fosse ora la faccia stupita e meravigliata di una certa Claudia Marinelli nel momento della consegna di quel primo e ambito trofeo. Poi la parte formativa e di aggiornamento del congresso, riguardante i Sommelier: era appena entrata in vigore la legge 164/92 che ha regolamentato fino al 2010 tutta la normativa della produzione vitivinicola Italiana. Intervennero i maggiori esperti del settore e giornalisti e fu il Sen. Riccardo Margheriti estensore della legge ad illustrarci i contenuti della stessa. Abbiamo detto il congresso della svolta per il modo di proporre l‘immagine della Fisar e del modo di relazionarci con il mondo che circonda la figura del Sommelier.
Quest’anno siamo di nuovo a Siena e, oltre alla parte prettamente goliardica, dalle visite ai territori delle DOCG Senesi: Montalcino, Montepulciano, San Gimignano, il Chianti Classico ed il Chianti, alle cene e degustazioni di prodotti tipici e vini del territorio, torneremo a parlare ancora di vino e soprattutto dello STATO DI SALUTE DEL VINO ITALIANO con una tavola rotonda che vedrà la partecipazione di personaggi di primissimo piano dell’enologia, di giornalisti, di produttori, delle Istituzioni e soprattutto di noi Sommelier che vogliamo confrontarci sempre di più con il mondo del vino Italiano consapevoli del ruolo che rivestiamo all’interno dell’intera filiera. Parleremo di vino a 360° analizzando l’argomento in tutti i suoi vari aspetti: dalla parte normativa della OCM vino alla qualità, dal consumo pro-capite in caduta libera al problema del’uso e abuso di alcol, dalla qualità del vino di eccellenza al vino quotidiano.
E sarà anche un momento di verifica interna alla Federazione sui programmi attuati e sulla progettualità futura che verrà discussa dal Consiglio Nazionale e dal nuovo Centro Tecnico Nazionale insieme a tutti i Delegati d’Italia per disegnare il futuro della Fisar e mirare, attraverso un continuo aggiornamento nella formazione, a rendere determinante e costruttiva la presenza dei sommelier nelle maggiori Fiere, manifestazioni e mostre di settore sia in Italia sia all’estero.
Il mio augurio è quello di essere in tanti all’appuntamento senese in modo da poter condividere tutti i momenti del Congresso, avere la possibilità di confrontarci e poter vivere esperienze piacevoli alla scoperta di tutto ciò che il territorio della città ci offre ma soprattutto vivere momenti di vera amicizia tra i soci e cementare ancora di più quei rapporti umani che ci caratterizzano e che in qualche modo ci rendono unici rispetto agli altri.

Nicola Masiello
Presidente nazionale